I corti delle scuole di Alfonsine 2019

Progetto di educazione all'immagine dedicato ai ragazzi delle scuole medie.
A.s. 2018-2019.

Un corto per i diritti umani: "Non si vede bene che col cuore"

Ogni giorno diamo per scontate molte cose e il cibo spesso è una di queste. In più siamo ormai abituati a giudicare gli altri in base alle apparenze, valutando quasi sempre gli eventi in modo superficiale. Così, quando una ragazza decide di mettere da parte gli avanzi dei compagni e addirittura chiede di poter raccogliere ciò che rimane del buffet di una festa, tutti finiscono per prenderla in giro... Ma si sono chiesti che cosa c'è veramente dietro alla sua decisione?

 Vincitore del 3° premio al concorso nazionale "Un corto per i diritti umani" (premiazione presso il teatro Golden di Roma)

Classe 3A: "Scelte da non sottovalutare"

Arrivati in terza bisogna decidere quali scuole superiori scegliere. Secondo molti dei ragazzi è solo l'ennesima e noiosa perdita di tempo... Ma hanno pensato a quali potrebbero essere le conseguenze di una decisione presa senza pensare bene al proprio futuro? Per aiutarli a capire meglio, un geniale compagno inventa una speciale macchina del tempo... Tra vecchiette rapinate, ospedali psichiatrici e inseguimenti rocamboleschi, ne vedranno delle belle!

Classe 3B: "Un amore no cell"

Per una giovane adolescente parlare con i nonni a volte può sembrare una cosa davvero noiosa: di certo non sanno nulla di cellulari nè di social network. Ma, quando la sfida è conquistare il cuore del nuovo compagno di classe, forse un po' di consigli alla vecchia maniera possono rivelarsi la cosa migliore. Grazie all'insolito corso in VHS recuperato dal nonno, riuscirà Lara ad avere la meglio sulla più ambita della classe (la frivola fashion blogger) e farsi notare da Enea?

Classe 3C: "Un'etichetta... è per sempre?"

Spesso i compagni di classe hanno il brutto vizio di giudicarci e di affibiarci fastidiose etichette. Questo può rendere più difficile mostrare a tutti il proprio valore al di là dei pregiudizi. Nerd, secchione, emo, sportivo, velina, cocco della prof... tutte definizioni che è difficile scrollarsi di dosso, anche dopo molto tempo. Ma può un solo aggettivo condizionare il futuro dei ragazzi? Il furto di un kebab ed una rissa in aula potrebbero aiutarci a capire meglio...

Classe 3D: "La prima cosa (per me)"

In un mondo sempre più dominato dai social network il contatto umano spesso è sostituito dalle interazioni digitali. Postare a volte è più importante che vivere e godersi il momento. Ma quando si parla di primo bacio sono le emozioni a farla da padrone. Ormai è tutto cambiato o valgono ancora le regole di un tempo? Attraverso il racconto degli adolescenti di oggi e di ieri scopriamo come questa tappa importante della vita diventa per ciascuno un'esperienza unica e indelebile. 

 1° posto ex aequo (insieme ai cortometraggi "Prima vennero" e "La forza nascosta" realizzati dallo stesso istituto) al concorso internazionale di multimedialità, video, cinema e scuola "Premio centro culturale casa A. Zanussi" anno 2019-2020

Torna all'elenco completo dei post

Questo sito non utilizza cookie persistenti e raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito o cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più leggi la Privacy policy.